mercoledì 20 aprile 2011

Un antidoto contro i crescenti costi sanitari dovuti all'invecchiamento della popolazione

In un contesto di una popolazione invecchiata, di trattamenti medici all’avanguardia ma costosi e di una cittadinanza esigente e ben informata, le tecnologie dell’informazione sono viste come una pietra angolare di un servizio sanitario mondiale sostenibile in Europa. Alla eHealth Week 2011, l’incontro annuale della comunità di sanità elettronica europea, i principali protagonisti ci sveleranno come le soluzioni IT possano aiutare ad adeguare i sistemi sanitari del continente europeo alle sfide del futuro.
“Gli attuali metodi di fornitura dei servizi sanitari sono semplicemente insostenibili tenendo conto dei cambiamenti demografici e dell’ondata prevista di malattie croniche,” sostiene Jeremy Bonfini, vicepresidente senior dei Servizi Globali presso HIMSS. “Abbiamo bisogno di sistemi IT che permettano, ai professionisti dell’assistenza sanitaria, di dedicare più tempo a trattare i pazienti e risparmino loro il tempo che li occupa a rincorrere scartoffie non disponibili, perse o che stanno andando a rilento.”
Oltre il 30% della popolazione europea avrà più di 65 anni nel 2025. Le malattie croniche come il diabete probabilmente raddoppieranno o persino triplicheranno nei prossimi 20 anni, conducendo ad una mancanza di specialisti e personale sanitario. Già oggigiorno, si stima che i costi del personale rappresentino il 50-70% della spesa sanitaria. Dalle informazioni fornite dal governo spagnolo, i sistemi di assistenza sanitaria attuali richiedono che i professionisti utilizzino tra il 30 e il 50% del loro tempo a svolgere compiti amministrativi piuttosto che a curare i pazienti.
La spesa del Sistema Sanitario cresce più velocemente della crescita economica 
Attualmente la Francia spende l’11% del suo PIL in assistenza sanitaria, la Germania il 10.6% e il Belgio il 10.3%. Per la maggior parte dei paesi europei l’assistenza sanitaria rappresenta la percentuale più alta di crescita del loro budget in termini di spesa.
Secondo l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), i sistemi sanitari europei richiedono un aumento della spesa che supera la crescita economica. Quindi, secondo gli analisti OCSE, molti governi dovranno compiere scelte difficili per sostenere i loro sistemi sanitari, e cioè frenare la crescita della spesa pubblica della sanità, tagliare i costi in altre aree o aumentare le tasse.
Gli assicuratori sanitari olandesi e il Bureau di Analisi della Politiche Pubbliche dei Paesi Bassi hanno già annunciato che il premio annuale di assicurazione sanitaria per persona si prevede che cresca di 300 euro nei prossimi quattro anni perché  i costi dell’assistenza sanitaria aumenteranno di 4% all’anno, mentre per l’economia si prevede una crescita di solo un 1.25%. 
“I nostri sistemi stanno andando verso un collasso sicuro se non applichiamo cambiamenti radicali,” avverte Neelie Kroes, Commissaria Europea dell’Agenda Digitale. “In tempi di austerità fiscale e di aumento del deficit, una spesa intelligente è sempre più efficace dei tagli alla spesa.”
L’élite europea in sanità elettronica ci indica la strada 
Uno studio del caso portato avanti dal Gruppo Ospedaliero Asklepios in Germania ha dimostrato che i costi annuali per paziente potrebbero essere ridotti del 36.7% attraverso l’uso delle soluzioni di salute elettronica. Il CIO di Asklepios, Uwe Pöttgen, sarà uno dei relatori chiave della eHealth Week 2011 che si terrà a Budapest tra il 10 e il 12 maggio 2011. Dalla Francia, il Prof. Eric Lepage di AP-HP condividerà la sua esperienza sulla modernizzazione del Sistema d’Informazione Ospidaliero che coinvolge 72.000 professionisti sanitari in 37 ospedali parigini.
La eHealth Week si è rivelata come l’unica vera piattaforma paneuropea di assistenza elettronica: la Germania sarà rappresentata da dieci relatori, la Svezia da sette e la Danimarca e il Regno Unito ne avranno entrambi sei. Delegazioni di tutti gli stati membro della UE manderanno i loro responsabili alla High-Level Ministerial Conference che, per la prima volta, aprirà le sue porte a tutti i partecipanti della eHealth Week. Stanno giungendo iscrizioni da tutta l’Europa, con i paesi scandinavi primi tra tutti. La mostra The World of Health IT ha attirato alcuni degli espositori più importanti del mondo. AGFA e HP sono Diamond Sponsors dell’evento, mentre che EMC, Intel e Telekom saranno Gold Sponsors.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.