domenica 6 marzo 2011

Sicurezza e autosufficienza per l'anziano grazie alle nuove tecnologie

A Bolzano è stato inaugurato un progetto che tutela la autosufficienza degli anziani garantendo sicurezza e servizi di alta qualità grazie all'impiego delle nuove tecnologie.
Si tratta di un progetto di monitoraggio a distanza che permette anche di contenere la spesa di una assistenza continuativa e di qualità.
Il progetto durerà 6 mesi e coinvolgerà 30 anziani che attraverso tecnologia touch screen o device mobili sarà in contatto con operatori che forniranno monitoraggio e assistenza, consiglieranno esercizi motori e cognitivi, potranno seguire l'assunzione o lo svolgimento di terapie domiciliari.
E' la politica che in IBM definiscono smarter town, città e servizi efficienti  e cittadini con migliore qualità di vita.
Sono sempre le città quelle che per prime applicano le nuove tecnologie ai servizi, ma secondo noi sarebbero proprio i piccoli centri, dove i servizi stanno diminuendo, che risulterebbero soluzioni che fanno la differenza per il "paesano" (contrapposto  cittadino) in termini di sicurezza e qualità di vita.
Ritarderebbero o eviterebbero istituzionalizzazioni o ricoveri, farebbero sentire i familiari più sicuri.
Un sistema cosi permetterebbe anche lo svolgimento di training cognitivi on-line, aumentando l'accesso al servizio e permettendo di ridurre allo stesso tempo i costi.


Notizia tratta da:
http://www.ehealthforum.it/top-news/inaugurato-il-progetto-abitare-sicuri

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.